Accorpamento azioni Unicredit del 27/12/2011

.

Cari amici lettori,
già molte volte abbiamo parlato della psicologia in Borsa e, con questo, faccio esplicito riferimento all’operazione di accorpamento delle azioni voluto dai vertici delle azioni Unicredit e sostenuto da tutte le fondazioni che partecipano alla Società.

In particolare ho ricevuto alcune mail dal seguente tenore:
“Come mai le azioni Unicredit sono state accorpate?”
“Ho trovato una sopresa sotto l’albero: un’azione vale dieci volte tanto!”
“E’ un bene o un male che le azioni Unicredit siano state accorpate 10 a 1?”

La risposta, sempre secondo il mio parere, è che l’operazione di accorpamento è stata studiata solamente in stile psicologico! Sappiamo che un’azione che scende sotto 1 Euro non è molto appetibile e da un senso di poca forza al titolo. Un titolo che invece quota a 6 Euro è molto più interessante sebbene dal punto di vista dei fondamentali rimanga sempre lo stesso. Tutto qui! Solamente psicologia per attirare nuovo capitale fresco in Borsa da parte dei nuovi investitori.

Diamo un’occhiata al titolo. Unicredit come avevamo già visto in passato rimane ribassista dal punto di vista del lungo, medio e breve periodo. Alcuni post avevamo indicato come 1,5 Euro fosse la quotazione chiave che faceva da spartiacque per un rimablzo corposo oppure un nuovo cedimento del titolo. L’azione ha scelto questa seconda opzione cadendo ora fino ai vecchi 0,65 Euro.
Di mollare il titolo sotto 1,50 euro lo avevo ribadito ai cassettisti che avevano in portafoglio il titolo da anni e a coloro che operano sul medio periodo sui titoli azionari. E la previsione si è risultata esatta.
Aspettative future sul titolo Unicredit? Il titolo non promette nulla di buono e sotto la quotazione di 0,65 Euro (attuale 6,50 Euro) il titolo andrà a testare i minimi del marzo 2009. Non operiamo comunque sul titolo perchè è sotto aumento di capitale e quindi il rapporto rischio – rendimento non è per nulla favorevole.

grafico di Unicredit

5 pensieri su “Accorpamento azioni Unicredit del 27/12/2011

  1. salve,
    a novembre il mio gestore (unicredit) mi ha consigliato un acquisto “sicuro” (chiaro che in borsa nulla è sicuro, anzi oggi nemmeno le obbligazioni sono più sicure…) delle azioni unicredit a 0,70.. che era un valore molto basso per un titolo solido come questo, mi diceva… e ho abboccato..
    Ieri mi sono ritrovato le azioni raggruppate a 7 euro cadauna (e questo mi fa temere che il valore crolli.. per far figurare meglio la perdita…) e infatti il valore di mercato oggi è pure precipitato.. Non ho bisogno di svincolarli, ma vorrei evitare di perdere più del 50%…

    ho letto dal sito http://www.piazzaffari.info/banche/azioni-unicredit-post-raggruppamento.html
    che il raggruppamento genera frazioni: cosa significa?
    “Ai fini della liquidazione delle frazioni generate dall’operazione di raggruppamento, nel rapporto di un’azione nuova ogni 10 possedute, ordinarie e/o a risparmio, Unicredit S.p.A. ha dato mandato a Banca Finnat Euramerica S.p.A.; quest’ultima, in qualità di controparte, permetterà agli azionisti, fino al 12 gennaio del 2012, di liquidare le frazioni di titoli Unicredit S.p.A. senza costi, oneri o commissioni. I prezzi di valorizzazione delle frazioni, in accordo con un comunicato emesso venerdì scorso da Unicredit, sono pari a 0,6905 euro per le azioni ordinarie, e 104 euro per le azioni di risparmio”.

    Dal 9 gennaio ci sarà questa opzione della sottoscrizione di aumento del capitale:

    http://www3.lastampa.it/economia/sezioni/articolo/lstp/436867/
    cioè, se ho 1000 azioni (acquistate a 7 euro valore post-raggruppamento),
    potrò comprare 100 azioni a 1,943 euro (vecchia quotazione di 0,1943)???
    Cio’ significa che il valore reale dell’azione è questo? potremmo quindi tranquillamente scendere fino a questi valori? rischio di dover fare il cassettista per almeno un lustro???!!

    Meglio vendere oggi o aspettare e aderire all’acquisto delle azioni a 1,943 per abbassare il valore medio di acquisto e diminuire la perdita?

    Grazie a tutti per gentile chiarimento.

  2. Grazie Alex, in effetti se continua a scendere così il valore di mercato scende sotto il prezzo dell’opzione di 1.94 e diventa quasi a rischio l’aumento di capitale!… mi sa che le banche & c. dovranno intervenire di brutto per sostenere il titolo.. se no perdiamo la prima banca italiana a livello europeo :-O

  3. Grazie Alex, ottima previsione a breve.
    in effetti se continua a scendere così il valore di mercato scende sotto il prezzo dell’opzione di 1.94 e diventa quasi a rischio l’aumento di capitale!… mi sa che le banche & c. dovranno intervenire di brutto per sostenere il titolo.. se no perdiamo la prima banca italiana a livello europeo :-O

  4. be, ragazzi! è andata bene! +7% nel giro di 1 mese con la sottoscrizione dell’aumento di capitale.. certo se uno ci beccava a comprare quando erano a 2 raddoppiava il capitale,… ma meglio stare coi piedi per terra… a piccoli passi si scalano le montagne..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi