Borse 2014: come saranno?

.

Dopo le abbondanti abbuffate legate ai vari cenoni che hanno accompagnato le festività appena trascorse, ci si comincia a interrogare su quello che sarà il 2014,  iniziano le ipotetiche previsioni e quelle che potranno essere i trand del 2014, siamo sempre nel campo di semplici ipotesi.

I temi sui quali riflettere per quest’anno appena iniziato sono veramente molti, infatti i fronti di incertezza economica sono molti, difficile fare una previsione talmente accurate che tenga conto di tutte quelle variabili che potrebbero entrare in gioco nel corso dell’anno che verrà, sicuramente l’economia reale è una di queste.

Ricordiamo infatti a tutti che mentre i mercati nel 2013 sono stati veramente scoppiettanti, collezionando continui rialzi, per i mercati finanziari di tutto il mondo è stato un anno molto positivo, completamente però sganciato dall’economia reale per quanto riguarda almeno l’area euro.

Infatti veniamo da due anni di stagnazione economica completa, il 2013 per l’area euro non è stato assolutamente un anno positivo, una crisi economica che ha messo in difficoltà quasi tutti i paesi dell’area euro, in modo particolare la situazione della Spagna e dell’Italia lascia molto perplessi.

I temi sui quali riflettere per l’anno che è arrivato non mancano di certo, si spazia dal costo della benzina, all’andamento della borsa, allo spread e al Pil, tuttavia per cercare di comprendere l’anno che verrà cosa dovrebbe portarci, dobbiamo prima fare una riflessione a quello che è accaduto nell’anno passato.

L’anno si è chiuso con una decisa risalita delle borse in risalita, sia per quanto riguarda Tokyo, New York, l’anno passato si è chiuso all’insegna della riduzione decisa dello Spread, i mercati hanno fortemente scommesso sulla riduzione dei rischi finanziari e non poteva certamente essere altrimenti.

L’anno che si è chiuso ha visto come protagoniste assolute le banche centrali e delle loro mosse sui mercati di tutto il mondo, la vera scommessa per il 2014 è cercare di comprendere se continueranno a fornire un supporto sul tema economico, un tema centrale e molto importante.

La speranza è che le forti scommesse fatte dai mercati sui temi economici trovino una corrispondenza nei prossimi mesi sui dati economici e societari che verranno pubblicati nei prossimi mesi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi