Crisi economica greca

.

Cari amici lettori,
questa sera volevo fare 2 calcoli assieme a voi.
Solitamente posto argomenti di trading e finanza tralasciando quelli di natura prettamente economica. I giornali ed i mass media, in generale, commentano la crisi economica greca soffermandosi principalmente sulle cause che l’hanno generata (classe politica inefficiente, clientelismo, apparato statale e burocratico ingestibile e sovradimensionato rispetto alle necessità, ecc.) e sulle conseguenze sul popolo greco (disoccupazione, livello di benessere, ecc.). Ma pochi sanno quanto costano e costeranno gli aiuti al popolo greco e che queste somme gravano anche sulle nostre tasche.

Fondi dell’Unione Europea devoluti alla Grecia per gli anni dal 2007 al 2013: 40 miliardi di Euro;
Cancellazione di debito pubblico: 100 miliardi di Euro;
Assistenza finanziaria internazionale e dell’Unione Europea: 240 miliardi di Euro;

Popolazione greca in abitanti: 10.100.000 abitanti;

Aiuto finanziario per abitante: 37.600 Euro…

37.600 Euro, ci rendiamo conto!?

Passiamo ad un altro argomento per non farci rovinare la serata…

Anche oggi la Borsa italiana ha mostrato una forza relativa inferiore a quella dei paesi centrali europei e comunque sempre in linea con quella dei paesi periferica.
Ancora lettori mi scrivono su previsioni dei mercati finanziari sui prossimi giorni. Purtroppo non riesco a prevedere il futuro e quindi dobbiamo muoverci anche sulle azioni eni con metodo e disciplina impostando stop loss e traling stop per preservare i guadagni. Attualmente abbiamo in portafoglio un titolo e proviamo a mantenerlo per incrementare i guadagni. Le previsioni degli analisti finanziari sono ancora una volta per il ribasso ma, come sappiamo, i mercati non hanno padroni.

Nei prossimi giorni porremmo l’attenzione su alcuni titoli che paiono interessanti. Devono comunque verificarsi delle particolari condizioni affinchè tali titoli possano dare delle soddisfazioni. Intanto coloro che hanno in portafoglio titoli come A2a, Enel, Mediaset, ecc. facciamo attenzione perchè i ribassi potrebbero non essere terminati. Ci aggiorneremo comunque a breve!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi