DATI MACROECONOMICI DEL 31/05/2011

.

Riportiamo di seguito i dati macro-economici della giornata odierna.

 

GIAPPONE

Il Ministero degli Affari Esteri ha reso noto che il Tasso di Disoccupazione in Aprile è in crescita al 4,7% (prima volta negli ultimi 6 mesi) rispetto al 4,6% rilevato a marzo, ma in linea con le attese.

La produzione industriale ha segnato ad aprile un progresso dell’1% rispetto al mese precedente e un calo del 14% su base annuale. Gli analisti avevano stimato un rialzo mensile del 2% e un ribasso annuale del 12,4%.

INDIA

Il Prodotto interno lordo (PIL) ha registrato nel primo trimestre dell’anno un aumento del 7,8% su base annuale. Il dato delude le attese degli analisti che prevedevano una crescita dell’8,1%.

GERMANIA

Vendite al dettaglio in aumento ad aprile: +0,6% su base mensile, +3,6% su base annua.

Il tasso di disoccupazione nel mese di maggio si è attestato al 7% dal precedente 7,1%. Il dato è in linea con le attese.

FRANCIA

L’indice dei prezzi alla produzione (PPI, Price Product Index) ha registrato ad aprile un +0,8% rispetto al rialzo dello 0,9% del mese precedente e un +6,4% su base annua. Dati in linea con le attese del mercato.

ITALIA

L’Istat riferisce che il tasso di disoccupazione ad Aprile si attesta all’8,1%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto a marzo; su base annua si registra una discesa di 0,6 punti percentuali. Il tasso di disoccupazione giovanile si porta al 28,5%, registrando una flessione congiunturale di 0,1 punti percentuali.

Nel mese di maggio, secondo le stime preliminari dell’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,1% rispetto al mese di aprile 2011 e del 2,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (lo stesso valore registrato ad aprile). L’inflazione acquisita per il 2011 è pari al 2,3%. L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, si stabilizza all’1,8%. Al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo sale al 2,1% dal 2,0% di aprile 2011. La stabilizzazione dell’inflazione, a maggio, risente della flessione congiunturale dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti e dei Beni non durevoli, i cui effetti sull’indice generale risultano, tuttavia, controbilanciati dall’aumento mensile dei prezzi dei Beni Alimentari e da quello, per quanto più contenuto, dei Beni energetici regolamentati.

Sempre l’Istat ha reso noto che nel mese di aprile 2011, i prezzi alla produzione dei prodotti industriali sono aumentati dello 0,6% rispetto al mese precedente e del 5,2% rispetto ad aprile 2010. I dati sono inferiori alle aspettative degli economisti che avevano pronosticato un +0,9% m/m e un +5,5% a/a. I prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno registrano un aumento dello 0,6% rispetto a marzo 2011 e del 5,5%
rispetto ad aprile 2010. Al netto del comparto energetico gli incrementi sono pari, rispettivamente, allo 0,4% e al 4,6%. Per i beni venduti sul mercato estero l’aumento è dello 0,6% sul mese precedente (+0,5% per l’area euro e +0,6% per l’area non euro) e del 4,5% rispetto a aprile 2010 (+5,2% per l’area euro e +3,9% per l’area non euro). Il contributo maggiore alla crescita tendenziale dell’indice dei beni venduti sul mercato interno proviene dalla componente relativa ai prodotti intermedi (+2,5 punti percentuali). Riguardo al mercato estero i contributi più rilevanti derivano, per l’area euro, dai beni intermedi (+2,8 punti) e, per l’area non euro, dall’energia e dai beni intermedi (+1,5 punti per ciascuna delle due componenti). Il settore di attività economica per il quale si rileva la crescita tendenziale dei prezzi più marcata è quello della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati, con un incremento del 18,1% per l’interno e del 27,2% per l’estero.

SUDAFRICA

L’economia sudafricana nel primo trimestre ha registrato una crescita del PIL del 4,8% trimestrale annualizzato, dal +4,5% messo a segno negli ultimi tre mesi del 2010. Gli analisti avevano pronosticato un rallentamento al 4,2%. Su base destagionalizzata la crescita annua si è attestata al 3,6%, dal 3,8% precedente (consenso 3,6%).

EUROPA

Il tasso di disoccupazione ad aprile si è confermato al 9,9%. Il dato è in linea con le attese.

Il dato preliminare relativo ai prezzi al consumo a maggio ha registrato un rialzo annuo del 2,7%. Gli analisti avevano pronosticato un +2,8% a/a.

USA

L’Institute for Supply Management – New York (ISM – NY) ha reso noto che l´indice ISM New York, che misura l´andamento dell’attività economica a New York, ha evidenziato una crescita nel mese di maggio a 67,9 punti dai 56,9 punti registrati nel mese di aprile. L´indice sulle condizioni future (prossimi 6 mesi) si e´ attestato a 73,6 a maggio dai 65,6 di aprile.

E’ stato reso noto che l´indice S&P Case Shiller, che misura l´andamento dei prezzi delle abitazioni nelle 20 principali città americane, ha evidenziato nel mese di marzo una flessione dello 0,8% su base mensile, scendendo per il quinto mese consecutivo. Su base annuale l´indice è sceso del 3,6%. I dati hanno deluso leggermente le attese degli analisti che avevano pronosticato un -0,6% m/m e un -3,3% a/a.

Nel mese di maggio indice Chicago PMI, relativo all´attività manifatturiera nell´omonima area, si è attestato a 56,6 punti, in calo rispetto ai 67,6 della rilevazione precedente. Il dato ha deluso le attese degli analisti che avevano messo in conto una flessione meno marcata a 62,5 punti.

Il Conference Board ha reso noto che nel mese di maggioindice relativo alla fiducia dei consumatori da esso elaborato, si è attestato a 60,8 punti, in calo rispetto ai 65,4 di aprile. L´aggiornamento odierno si è rivelato peggiore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un rialzo a 66,4 punti.

indice della Fed di Dallas che misura l´attività manifatturiera ha mostrato a maggio una flessione a -7,4 punti dai precedenti 10,5 punti. Il dato è peggiore delle attese che indicavano 8 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi