I BRIC

.

Che cosa sono i Bric?

I Bric sono i cosidetti paesi emergenti la cui iniziale di parola ha composto l’acronimo Bric (Brasile, Russia, India, Cina). Dal 2001 ad oggi il loro sviluppo e, di conseguenza, la loro Borsa ha visto una sviluppo eccezionale. Chi ha investito nei Bric ha sicuramente portato a casa guadagni a 2 – 3 cifre. Mettere i propri risparmi ora nei Bric è sicuramente un buon modo per diversificare ma non sono più a buon sconto e chiamarli ancora paesi emergenti forse non è più corretto. I migliori guadagni in Borsa si fanno cercando di prevedere il mercato.

Quali possono essere i nuovi Bric?

Potenzialmente vi sono delle nazioni che possono essere assimiliate ai Bric. Come potenziale di crescita economica nel lungo periodo i nuovi candidati sono Indonesia, Nigeria, Messico, Filippine e Turchia. A favore dei nuovi Bric vi è anche il numero degli abitanti ed il tasso di crescita della popolazione.

L’Indonesia nei Bric

E’ quello più simile ai Bric: ha un’enorme popolazione, un buon sistema finanziario ed ha un’efficacie diversificazione economica. Il sistema politico è l’unico neo a farla rinetrare come regina dei nuovi Bric.

Le Filippine nei Bric

La sua economia sta recuperando, il pareggio di bilancio è un obiettivo fattibile ma l’instabilità economica minaggia la sua rappresentanza nei Bric.

La Nigeria nei Bric

Buon numero di abitanti e ottima diversificazione economica. I contrasti sociali ed il sistema politico minacciano la sua ascesa a Bric.

La Turchia nei Bric

Ha attuato riforme e migliorato le proprie infrastrutture con una rigorosa politica di bilancio. Anche qui i contrasti politici minacciano l’entrata a pieno titolo nei Bric.

Il Messico nei Bric

E’ il più ricco tra i nuovi Bric e quindi le prospettive di crescita sono meno allettanti.

Chi ha inventato l’ acronimo Bric?

Jim O’Neill, presidente di Goldman Sachs Asset Management, ha coniato alcuni anni fa il termine Bric. O’Neill, nel 2005, ha creato anche la sigla N-11 per fare riferimento a Bangladesh, Egitto, Indonesia, Iran, Corea, Messico, Nigeria, Pakistan, Filippine, Turchia e Vietnam in sostituzione dei vecchi Bric. Vedremo se avrà ragione.

Come sfruttare i nuovi Bric ?

Sappiamo che chi ha investito nei Bric qualche anno fa ha ben investito i suoi risparmi. Ora Brasile, Russia, India e Cina sono ancora ben impostate ma punterei anche sui nuovi Bric sopra descritti. Si può investire i nuovi Bric utilizzando degli ETF.
Ad esempio db X-Trackers Msci Em Asia Trn Index, IShares Msci Em Latin America, ed altri.
Vi raccomando di utilizzare sempre l’analisi tecnica per entrare negli Etf che investono nei Bric e se vuoi saperne di più sui Bric puoi scriverci a info@pillolediborsa.it

I nuovi Bric con le loro opportunità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi