I corsi obbligazionari anticipatori del mercato azionario

.

Secondo il modello teorico del ciclo economico che nella sua “intermarket review” Martin J. Pring suddivide opportunamente in sei fasi ciascuna caratterizzata dall’inversione di tendenza di uno dei tre mercati primari (obbligazioni, materie prime, azioni), la tendenza primaria dei mercati obbligazionari ed azionari è destinata a proseguire fino a quando l’andamento dell’uno trova conferma nell’andamento dell’altro. Quando invece obbligazioni ed azioni assumono andamento divergente è sempre meglio assumere un comportamento operativo più prudente.
Peraltro l’andamento delle quotazioni obbligazionarie nei punti d’inversione primari tende generalmente ad anticipare quello del mercato azionario svolgendone di conseguenza funzione di indicatore leading: I punti di svolta primari delle quotazioni obbligazionarie si verificano con un largo anticipo rispetto ai mutamenti del ciclo economico, i punti di svolta dei corsi azionari e delle materie prime sono invece assai prossimi a quelli del ciclo economico.
Quale asset-allocation preferire in base alle varie fasi?
FASE 1. Inizio della fase di contrazione economica: Le quotazioni obbligazionarie svoltano verso l’alto. Il mercato azionario e quello delle materie prime continuano ad essere orientati al ribasso.
In questa fase preferiamo le obbligazioni ed i settori finanziari filo-deflativi (utilities e financial);
FASE 2. La recessione economica raggiunge la massima intensità: Il mercato azionario svolta verso l’alto traendo vantaggio dalla diminuzione dei tassi di interesse. Il mercato obbligazionario permane orientato al rialzo, quello delle materie prime al ribasso.
Incrementiamo sull’azionario.
FASE 3. L’economia inizia la sua fase di ripresa: I prezzi delle materie prime svoltano verso l’alto adesso tutti e tre i mercati sono orientati al rialzo.
Sfruttiamo le opportunità offerte dai metalli preziosi (oro e stocks di aziende aurifere);
FASE 4. L’espansione economica si rafforza: Le quotazioni obbligazionarie dopo aver raggiunto il massimo svoltano verso il basso, a causa dell’intensificarsi delle pressioni inflazionistiche. Il mercato azionario e quello delle materie prime permangono orientati al rialzo
FASE 5. La fase di espansione economica raggiunge la massima intensità: Il mercato azionario, a causa del livello eccessivo dei tassi di interesse, svolta verso il basso, scontando in tal modo il peggioramento delle condizioni economiche. I corsi del mercato obbligazionario permangono orientati a ribasso, quello delle materie prime al rialzo. In tale fase vanno incrementate le posizioni nei settori inflation-linked e nelle materie prime.
FASE 6. Si avverte il rallentamento della crescita economica: I prezzi delle materie prime svoltano verso il basso. Tutti e tre i mercati si trovano ora orientati al ribasso.

Ma noi in quale di queste sei fasi ci troviamo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi