I gap di prezzo in borsa

.

I gap di prezzo in borsa non sono altro che degli spazi vuoti visibili sia sui grafici a barre sia su quelli a candele che stanno a indicare dei prezzi su cui non si è verificato nessuno scambio. Anche il trader più alle prime armi si sarà accorto della loro esistenza, osservando un qualsiasi grafico di borsa.

A seconda del trend in atto possono presentarsi:

  • Upside gap (o gap up): mostrano la forza del mercato e si verificano, in un trend rialzista, quando il prezzo di apertura è superiore al massimo del giorno precedente, lasciando un “buco” aperto che non viene colmato durante il giorno
  • Downside gap (o gap down): al contrario, segnalano la debolezza del mercato e si verificano, in un trend ribassista, quando il prezzo massimo raggiunto durante la giornata è minore del minimo del giorno precedente.

esempio di gap up e di gap down

Un interpretazione molto popolare dei gap di prezzo in borsa dice che i gap devono venire sempre colmati, anche se non è sempre vero, per una serie di motivi. Alcuni gap di prezzo in borsa sono importanti mentre altri no, però è possibile riconoscerne le diverse implicazioni a seconda della tipologia e della posizione in cui si sono formati.

Le tre tipologie di gap di prezzo in borsa

Nell’uso pratico esistono tre diverse tipologie di gap di prezzo in borsa:

  • Il breakaway gap: si manifesta solitamente sul completamento di importanti formazioni (testa e spalle, aree di congestione, rotture di trendline,…) ed in genere segnala l’inizio di un corposo movimento dei prezzi. Di solito sono accompagnati da forti volumi ed è abbastanza difficile che questo tipo di gap venga richiuso. Gli upside gap fungono generalmente da aree di supporto per le successive correzioni, che se in caso lo andassero a colmare chiudendo sotto di esso darebbero un forte segnale di debolezza;
  • Il runaway (o measuring) gap: si forma dopo che un movimento è stato in atto per un certo periodo di tempo. Talvolta a metà della formazione si presenta un gap che chiude una piccola inversione di tendenza rispetto al movimento principale. In un trend rialzista è segno di forza mentre in un trend ribassista di debolezza. Questo tipo di gap, in un uptrend funge da supporto per delle successive correzioni ed è chiamato measuring poiché solitamente si manifesta a metà del trend, per cui se ne si calcola la distanza dall’inizio del movimento è possibile determinare la probabile futura estensione;
  • L’exhaustion gap: si verifica alla fine di un movimento del mercato, dopo che sono stati individuate le altre due tipologie di gap descritte precedentemente. Questo poiché solitamente vicino alla fine di un trend i prezzi provano l’ultima accelerazione, tuttavia quest’ultimo balzo tende a esaurirsi nel giro di pochi giorni portando alla chiusura del gap e all’inizio dell’inversione di tendenza. Nel caso di un trend rialzista il colmarsi di un gap come questo indica un forte segnale di debolezza del mercato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi