I triangoli

.

Che cosa sono i triangoli

I triangoli sono delle figure di continuazione che rappresentano una pausa del trend in essere. Esistono 3 tipi di triangoli: triangoli simmetrici, triangoli ascendenti e triangoli discendenti. Ognuno di questi triangoli ha delle peculiarità leggermente diverse ma in tutti e tre è possibile osservare la presenza di 2 trendlines, un apice (punto di incontro delle trendlines) ed una base. Inoltre, i triangoli vengono anche chiamati “serpentine” o coils, per ovvie ragioni grafiche.

Triangoli Simmetrici

I triangoli simmetrici presentano due trendlines convergenti: quella superiore inclinata negativamente e quella inferiore positivamente. I triangoli, per essere identificati, devono avere almeno 4 punti di reazione, infatti per disegnare una trendline sono necessari almeno 2 punti.
I triangoli per completare la loro formazione hanno un limite temporale, dato dall’apice. Solitamente nei triangoli i prezzi rompono al rialzo o al ribasso, a seconda che il trend precedente era rialzista o ribassista, entro i 2/3, massimo 3/4, della distanza tra l’apice e la base.
Nei triangoli la rottura al rialzo è segnalata dalla perforazione della trendline superiore mentre nel caso in cui non la si dovesse osservare i triangoli perderebbero le loro potenzialità.
Per quanto concerne i volumi, durante la formazione dei triangoli, si assiste ad una loro diminuzione durante la fase di consolidamento, mentre si dovrebbe assistere ad un aumento notevole sulla rottura della trendline.

Triangoli Ascendenti

I triangoli ascendenti sono una delle due varianti ai triangoli simmetrici e presentano la trendline inferiore inclinata positivamente mentre quella superiore è piatta. I triangoli ascendenti stanno ad indicare una maggiore aggressività dei compratori rispetto ai venditori che solitamente si trasforma in una rottura rialzista della trendline superiore.
A differenza dei triangoli simmetrici, i triangoli ascendenti, come quelli discendenti, in qualsiasi punto del trend si formino hanno implicazioni previsionali molto chiare: i triangoli ascendenti sono rialzisti mentre i triangoli discendenti sono ribassisti.
Il segnale del completamento dei triangoli ascendenti è dato da una chiusura sopra la resistenza superiore accompagnata da un aumento notevole dei volumi che erano diminuiti durante la precedente fase di consolidamento.

Triangoli Discendenti

I triangoli discendenti sono la seconda delle varianti ai triangoli simmetrici e presentano la trendline superiore inclinata negativamente mentre quella inferiore è piatta. Come per i triangoli ascendenti, i triangoli discendenti in qualsiasi punto del trend si formano hanno una chiara implicazione ribassista confermata da un forte incremento dei volumi, che nel precedente consolidamento erano in diminuzione, quando la chiusura supera la trendline inferiore.

Il fattore tempo nella formazione dei triangoli in finanza online

Nei triangoli, il tempo è l’ultimo importante fattore da prendere in considerazione. Il triangolo per formarsi, solitamente, impiega da 1 a 3 mesi. Qualora fossero osservati triangoli in tempi inferiori al mese non vanno confusi con altre figure di continuazione di breve periodo, come i pennants.

Esempi teorici di triangoli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi