IL TREND DEI MERCATI FINANZIARI

.

L’importanza del trend nello studio dei mercati finanziari

Il concetto di trend è di fondamentale importanza per un analista tecnico dei mercati finanziari e deve essere per forza di cose presente nella sua “cassetta degli attrezzi”. I trader meno esperti avranno almeno una volta sentito affermazioni del tipo “investi solo nella direzione del trend dei mercati finanziari” o “non combattere mai il trend dei mercati finanziari”, che sono molto importanti, dato che, come anticipato ieri è molto meno probabile individuare un inversione del trend piuttosto che una sua continuazione.

Come individuare il trend dei mercati finanziari

In generale, il trend rappresenta semplicemente la direzione dei mercati finanziari. Più precisamente come si fa a individuarlo? Dato che i mercati finanziari non hanno mai un andamento lineare, non bisogna fare altro che prendere in considerazione la serie di massimi e minimi che nel tempo si formano: se sono crescenti il trend dei mercati finanziari sarà rialzista, se sono decrescenti sarà ribassista, ma non è finita, infatti, se i massimi e minimi sono disposti orizzontalmente si parlerà di trend dei mercati finanziari laterale.

Decidere quale posizione prendere una volta individuato il trend dei mercati finanziari

Una volta capito quale sarà il trend, di ciascuno dei diversi mercati finanziari, ognuno potrà adottare tre soluzioni differenti: comprare (posizione long) se rialzista, vendere allo scoperto (posizione short) se ribassista, oppure, non fare assolutamente niente se laterale, in attesa che il trend dei mercati finanziari cambi direzione.

Non vi tedio con un’altra classificazione del trend in primario, secondario e minore, dato che l’abbiamo già vista nell’articolo relativo alla teoria di Dow. Però vorrei puntualizzare l’importanza di indicare, soprattutto parlando con altre persone, quali siano i differenti gradi di trend dei mercati finanziari, per assicurarsi che tutti stiano parlando della stessa cosa, dato che per un trader che opera su posizioni di lungo periodo, i movimenti di prezzo di pochi giorni o poche settimane sono solitamente insignificanti, ma per un trader che opera quotidianamente sui mercati finanziari, due o tre giorni di contrattazioni al rialzo possono costituire un trend rialzista primario.

La trendline, strumento per eccellenza dell’analisi tecnica dei mercati finanziari

Dal concetto di trend dei mercati finanziari discende lo strumento per eccellenza dell’analisi tecnica: la trendline (linea di tendenza). Per tracciarne una basta semplicemente congiungere i minimi in caso di un trend rialzista, oppure, i massimi in caso di trend ribassista.

Consigliamo a chi si fosse avvicinato da poco all’approccio tecnico la lettura di: John J. Murphy, “Analisi tecnica dei mercati finanziari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi