La Borsa cinese e la Borsa giapponese

.

Cari amici lettori,

anche questa giornata di Borsa risulta particolarmente complessa e difficile da interpretare. Sicuramente tutte le Borse, compresa quella italiana, subiscono gli influssi della Borsa americana e di quella cinese e giapponese.

Molti giornali hanno parlato ultimamente di crollo di Borsa del Giappone ma forse coloro che commentano questa frase nei telegiornale ne sa nulla o veramente poco. Prima di parlare andiamo subito all’analisi grafica di medio periodo dell’indice Nikkey 225 del Giappone con la quotazione aggiornata alla chiusura della settimana scorsa.

Secondo il vostro parere quello è un crollo oppure è una normale presa di beneficio dopo mesi di rialzo continuo? Tenete inoltre presente che il Giappone ha subito un disastroso terremoto. Io propendo sicuramente per la seconda ipotesi e, una correzione, è assolutamente salutare la Borsa Giapponese.

Passiamo ora all’analisi della Borsa cinese. Sotto vi posto il grafico della Borsa cinese di Shangai aggiornata sempre alla chiusura della settimana precedente.

Indice cinese Shangai

In questo ultimo caso appare evidente come la Borsa cinese sia in evidente difficoltà sia nel breve che nel medio periodo. Tutti i rialzi che eventualmente ci saranno nelle prossime settimane saranno da considerare esclusivamente possibilità per andare short sui titoli del paniere cinese.

Consiglio a tutti coloro che hanno investito in fondi comuni e Pac che investono in China di vedere il capitale originale di quanto è stato eroso. Contattate i vostri promotori finanziari e vedrete che avrete esclusivamente risposte tranquillizzanti della serie “La Cina è un colosso mondiale economico e la sua Borsa deve per forza salire” “Il mercato cinese sta solamente fiatando dopo anni di rialzi”. Vi consiglio di fare molta attenzione e di seguire personalmente l’andamento dei vostri risparmi che avete accumulato con anni ed anni di duro lavoro. Questo non significa che tutti i promotori finanziari non siano credibili ma solamente che molti sono poco informati e professionali!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi