LA BORSA ITALIANA SCONTA UN DECLASSAMENTO

.

L’agenzia di rating Moody’s il 17 giugno 2011 aveva annunciato in una nota di aver posto il giudizio di «Aa2» assegnato all’Italia sotto revisione in vista di un possibile ribasso. Si tratta del «voto» sulla sostenibilità del debito pubblico. L’agenza di rating statunitense aveva indicato le motivazioni: «Le sfide sul fronte della crescita dovute a debolezze strutturali dell’Italia ed una probabile crescita dei tassi di interesse nel prossimo futuro. I rischi collegati all’attuazione dei piani di consolidamento dei conti pubblici che sono richiesti per ridurre l’indebitamento italiano e mantenerlo a livelli sostenibili. E i rischi collegati dal cambiamento delle condizioni di finanziamento per i Paesi europei con alti livelli di debito».

Direi che il calo della borsa degli ultimi giorni la dice tutta: non è che l’indice nostrano stia già scontando un declassamento? Avete notato che le agenzie di rating fanno i comunicati solitamente nel fine settimana a mercati chiusi? Non è che sta arrivando per questo fine settimana una bella sopresa? Lo scopriremo a breve!

Borsa italiana ed agenzie di rating

7 pensieri su “LA BORSA ITALIANA SCONTA UN DECLASSAMENTO

  1. Ciao vado diretto: possibile default nei prossimi semestri .La prossima vittima è l’Italia dopo la grecia si salvi chi può!!!

  2. La manovra non è piacuta a nessuno tantomeno ai mercati e esperti in economia. Ma mi chiedo come è possibile fare quel che ha fatto Tremorti,come è possibile rilanciare l’economia se vengono massacrati i soliti noti? Con l’introduzione di nuove tasse la recessione dopo l’autunno è scontata e non ci vengano a raccontare cazzate di vario genere perchè ormai nessuno crede più nella classe politica italica. Gli unici tagli che dovevano fare erano quelli della casta e tutti gli sprechi connessi ma guai a toccar loro portafoglio e sedie su questo son tutti d’accordo sia dx che sx.

  3. Ciao Riccardo, ci vai pesante! Le agenzie di rating portano con sè conflitti di interesse insanabili (un esempio: Buffet fa parte di una delle più grandi agenzie di rating). A mio parere servono ulteriori regole per regolamentarle. Speriamo che lo faccia la Lagarde, la nuova e rigida presidente del Fondo Monetario Intenazionale.

  4. In anteprima ti comunico che verranno inviate delle guide in pdf (gratuite ai soli abbonati) con i pattern moderni dell’analisi tecnica.
    A presto

  5. Emanuele, non è che ci vado pesante guardo in faccia la realtà economica del nostro paese. Ricordo che il deficit/pil è a livelli insostenibili e di questo passo… Concordo con il fatto delle agenzie di rating abbiano conflitti e che possano condizionare pesantemente l’andamento dei mercati. Ma non andiamo al ribasso con qualche titolo?? ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi