La finanza speculativa

.

Cari amici lettori,

vi ricordate che cosa ha generato la crisi economica del 2007 i cui esiti ed effetti li stiamo ancora vivendo? Nel 2007 la crisi è stata generata dalla finanza speculativa che ha ingoiato miliardi di dollari ed euro in titoli tossici. La crisi economica si è poi allargata all’economia reale mettendola in ginocchio.

Ma cosa sta succedendo ora? I grandi Istituti di Credito che hanno sede negli Stati Uniti sono tornate alla riscossa creando delle obbligazioni simili a quelle del 2007. I mercati azionari Usa si comportano alla stessa stregua del 2007 e gli investitori sono particolarmente aggressivi come nel 2007. Gli strumenti finanziari attualmente, secondo un calcolo che abbiamo fatto, hanno un valore per difetto di circa 700.000.000.000.000 di dollari, uno sproposito. Sapete a quanto ammonta il Prodotto Interno Lordo di tutto il mondo? E’ inferiore di 10 volte! In poche parola la finanza vale di più dell’economia reale.. La carta straccia vale di più del lavoro..

Per quanto riguarda i derivati il succo è lo stesso. Nel 2007 i derivati era molto presenti nelle grandi Banche e venivano venduti a tutti: Comuni, Province, cittadini private, Società.. Ora i derivati sono ancora più diffusi di prima. Una buona notizia però dobbiamo metterla in evidenza: le Banche sono soggette a normative stringenti dopo Basilea e i numerosi aumenti di capitali. Anche per quanto riguarda la leva finanziaria si è ben ridotta sia in America che in Europa.

Il problema è che i finanzieri non hanno capito nulla. Oppure stanno facendo finta di non vedere per trarre ancora profitto nel modo vergognoso in cui è stato fatto nel 2007 e causando perdite ingenti sia ai piccoli investitori che danneggiando il mercato del lavoro.

Scoppierà una nuova bolla nei mercati come quella del 2007? Non si può saperlo ma comunque i presupposti ci sono tutti. Ci sono comunque anche nuove regole per evitarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi