La perdita in Borsa che non si vuole vedere

.

Cari amici lettori,
colpisce constatare che, nella maggior parte dei casi, l’investitore che deve far fronte a una perdita reagisce in modo eccessivo. Quella che viene chiamata “l’avversione per la perdita” genera anche errori nella gestione del proprio denaro. Per esempio, un investitore sarà spesso disposto ad accettare rischi eccessivi pur di evitare una perdita: così tenterà investimenti particolarmente rischiosi per rifarsi dopo precedenti investimenti sfortunati. Nello stesso ordine di idee, un ivestitore troverà spesso un pretesto qualsiasi per conservare azioni che hanno perso valore e ciò perfino nel caso in cui un’analisi obiettiva e rigorosa giunga alla conclusione che si deve vendere. Inconsciamente si è innamorato delle proprie azioni, nel senso che attribuisce a loro un valore superiore a quello che avrebbero per lui nel caso dovesse acquistarle per la prima volta. Ignora le notizie negative e prende in considerazione soltanto quelle che si accodano con le sue convinzioni. Ciò facendo, non soltanto mette in pericolo i propri risparmi, ma rinuncia forse anche a opportunità interessanti. Infine, l’investitore ha anche paura di avere dei rimpianti in materia di investimenti. Riconoscere una perdita significa, ovviamente, rimpiangere di aver fatto una scelta che si è rivelata sbagliata. Analogamente, per molti la cosa migliore è acquistare le azioni più popolare al momento: in caso di insuccesso, l’investitore si consolerà dicendosi: “Hanno fatto tutti il mio stesso sbaglio”. Eppure, seguire il gregge provoca spesso forti delusioni in Borsa. Ma è psicologicamente più difficile ammettere una perdita, quando questa è dovuta ad un investimento che non è stato considerato interessante dagli investitori.
Ed i forum di Borsa hanno un fondamentale ruolo in quest’ultima casistica: in molte discussioni infatti si parla di singoli titoli, ci si innamora delle azioni, ci si porta dietro minus e perdita da anni sperando di recuperarle da un momento all’altro magari in una giornata di folli rialzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi