LA STAGIONE DEI DIVIDENDI

.
di Vicenzo Quarta
A Piazza Affari e’ in arrivo una pioggia di dividendi.
Tra aprile, maggio e giugno, si legge in un articolo di Milano Finanza del 28 marzo, le società italiane quotate distribuiranno a grandi e piccoli azionisti circa 18 mld euro rispetto ai 16 mld erogati l’anno scorso.
La nuova stagione delle cedole vede un ritorno al dividendo di società che l’anno scorso non l’avevano staccato e una maggiore generosità da parte di alcune blue chip.
Ma andiamo con ordine: che cos’è un dividendo?
Per dividendo si intende quella parte di utili che una società decide di distribuire ai suoi azionisti come remunerazione del capitale investito. E’ l’assemblea degli azionisti, dopo l’approvazione del bilancio, che decide se distribuire o no il dividendo. L’Assemblea, infatti, può decidere di non distribuire dividendo per poter reinvestire gli utili oppure per coprire perdite e debiti accumulati nelle gestioni precedenti. Allo stesso modo decide anche la percentuale di utili da distribuire e in quale modo darlo. Infatti, come già accennato, si tratta di una parte di utile in quanto una percentuale va accantonata per legge come “riserva legale” ed un’altra, variabile come “riserva straordinaria” utilizzabile per reinvestimenti o altre finalità aziendali.
Si parla di dividendo unitario per indicare il rapporto tra gli utili distribuiti e il numero di azioni in cui è diviso il capitale sociale. Ogni azione dà diritto a riceve il dividendo unitario, quindi basterà moltiplicare il numero di azioni per il valore del dividendo per conoscere l’ammontare totale a cui un azionista ha diritto.         
Per avere il diritto ad incassare il dividendo l’azionista che deve possedere l’azione prima dell’apertura del giorno in cui avviene lo stacco. Dal giorno in cui il titolo stacca il dividendo si dice che il titolo è quotato “ex-dividendo”.    
Esempio: il titolo Fiat stacca il dividendo lunedì 18/04/2011, per aver diritto ad incassare il dividendo dovrò avere in portafoglio l’azione prima dell’apertura delle contrattazioni di lunedì 18, per questo per ottenere il dividendo dovrò comprare l’azione il giorno prima dello stacco, quindi venerdì 15.
Un’altra cosa da sapere è che Il giorno dello stacco del dividendo, i prezzi di riferimento di apertura dei titoli in questione sono corretti con la sottrazione del dividendo staccato; così come gli indici relativi sono corretti per lo stacco del dividendo.
CALENDARIO DIVIDENDI APRILE 2011
Quello che segue è un elenco dei prossimi stacchi di divendi dei principali titoli italiani nel mese di aprile 2011:

TITOLO
DIVIDENDO
DATA STACCO
DATA PAGAMENTO
BANCA POP. SONDRIO
0,21
18/04/2011
21/04/2011
FIAT ORD.
0,09
18/04/2011
21/04/2011
FIAT PRIV.
0,31
18/04/2011
21/04/2011
FIAT RISP.
0,31
18/04/2011
21/04/2011
PARMALAT
0,036
18/04/2011
21/04/2011
PRYSMIAN
0,166
18/04/2011
21/04/2011
RECORDATI
0,0275
18/04/2011
21/04/2011
TELECOM ITALIA ORD.
0,058
18/04/2011
21/04/2011
TELECOM ITALIA RISP.
0,069
18/04/2011
21/04/2011
B. POP. EMILIA ROMAGNA
0,18
26/04/2011
29/04/2011
CREDITO ARTIGIANO
0,0797
26/04/2011
29/04/2011
CREDITO VALTELLINESE
0,12
26/04/2011
29/04/2011
DE’ LONGHI
0,146
26/04/2011
29/04/2011
SOGEFI
0,13
26/04/2011
29/04/2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi