LA TRIMESTRALE DELLA BANCA POPOLARE DI MILANO

.

(scritto da Alessandro)

Il gruppo bancario BIPIEMME chiude il primo trimestre 2011 con un utile netto di 42,3 milioni di euro in diminuzione del 15,6% rispetto allo stesso periodo del 2010, principalmente a seguito dei minori Ricavi (-7,3%) che si attestano a 388,6 milioni di euro che solo in parte sono stati compensati da minori Rettifiche di valore nette per il deterioramento di crediti e altre operazioni (-36,5%) e minori Accantonamenti per rischi e oneri (-54,5%), grazie al miglioramento nel costo del credito che passa a 47 punti base dagli 80 di marzo 2010.

La flessione dei ricavi, nonostante un incremento del 16% del Margine di interesse che conferma il trend positivo iniziato nel
terzo trimestre del 2009, è sostanzialmente riconducibile alla flessione del Margine non da interesse (-30,3%) a causa della forte contrazione del Risultato netto dell’attività finanziaria (-73,6%) e delle Commissioni nette (-19,4%).

L’andamento negativo del risultato dell’attività finanziaria è dovuto alla sensibile diminuzione del Risultato netto
dell’attività di negoziazione
che passa in negativo con una riduzione di 43,6 milioni di euro interamente riconducibile all’operatività in derivati su tassi d’interesse della Capogruppo; mentre la riduzione delle commissioni nette risente dei minori ricavi derivanti dal
collocamento di titoli terzi
, nonostante rimangano stabili le commissioni su prodotti di risparmio gestito e quelle sui servizi bancari classici.

Sebbene i Costi operativi risultino stabili a 270,3 milioni di euro, con una piccola variazione positiva dello 0,3%, il rapporto Costi/Ricavi risulta in aumento di circa 5 punti percentuali al 69,6% per effetto della contrazione dei Ricavi, spiegata precedentemente.

In riferimento ai principali aggregati patrimoniali la Raccolta totale, costituita dalle masse complessivamente amministrate per conto della clientela, risulta in diminuzione a 75,6 miliardi di euro (-6,8%). Questo esclusivamente per l’effetto negativo della contrazione della Raccolta indiretta a 36,9 miliardi di euro (-20,9%) che è stato solo in parte compensato dall’incremento della Raccolta diretta a 38,7
miliardi di euro
(+11,9%). Mentre sono in aumento gli Impieghi a clientela a 35,4 miliardi di euro (+6%).

E per finire, il coefficiente Core Tier 1 risulta in calo al 7% rispetto al 7,9% dello stesso trimestre dell’anno passato, mostrando
una tendenza ribassista negli ultimi 4 trimestri passati. Inoltre, tale coefficiente non tiene conto delle maggiori ponderazioni che sono state
richieste dalla Banca d’Italia a partire dal calcolo dei coefficienti di patrimonializzazione riferiti a Giugno 2011.

Le variazioni % tra parentesi e dove non esplicitamente indicato si riferiscono al rappotra primo trimestre 2011 e primo trimestre 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi