Made in Italy: un successo annunciato

.

Il fatto che sui mercati, da un po’ di tempo a questa parte, le cose siano cambiate è ormai chiaro grazie ad alcuni fattori che non si riferiscono solamente ai titoli di stato ma che interessano anche il settore azionario. In effetti a Piazza Affari, nel momento della grande crisi, le Ipo di borsa erano quasi del tutto assenti e molte aziende importanti quali ad esempio la Benetton, hanno delistato i titoli sfruttando il fatto del basso livello di quotazioni.

Le quotazioni di successo hanno interessato il  “Made in Italy” con nomi  d’elite come Ferragamo e Cuccinelli. Tra non molto inoltre, vedremo un altro brand importante che riguarda sempre il “Made in Italy” che probabilmente si quoterà sul listino dal 9 dicembre e stiamo parlando di Monclear che, secondo indiscrezioni  da parte un membro aziendale di alto livello della società ha affermato che si potrà riportare il marchio in vetta grazie alla gestione italiana d’eccellenza.

Sul fronte governativo la settimana è andata davvero molto bene grazie al Tesoro che è riuscito a terminare con il 96% delle emissioni e con l’annuncio della riapertura dei Bot per gli specialisti che riguarderà il 10% del totale collocato. Dopo l’esito positivo dei Btp Italia, in questi giorni c’è anche stato il successo dell’asta dei Bot a 12 mesi.

4 pensieri su “Made in Italy: un successo annunciato

  1. Sarà come dici tu ma l’economia reale è tutt’altra cosa e dal mio punto di vista miglioramenti non se ne vedono. Poi come facciano a parlare di ripresa economica questo non l’ho ancora capito visto che gli ultimi dati sono disastrosi e ciliegina sulla torta anche UE ha bocciato la manovra e sai che vuol dire?
    Ulteriori spremiture x i cittadini per mantenere tutto l’apparato statale con buona pace x il made in Italy.

    • Ciao Riccardo,
      solitamente la finanza anticipa l’economia reale. Speriamo quindi in una ripresa della Borsa per una ripresa duratura dell’economia reale..

  2. e per quale motivo dovrebbe migliorare l economia reale in italia?forse per volonta dello spirito santo?la germania 13 anni fa era messa come noi oggi ,ma i suoi passi da gigante derivano da riforme anche pesanti che hanno condannato il cancelliere schroeder alla sparizione dalla politica ma alla germania una crescita invidiabile per noi.quali politici italici farebbero le riforme alla schroeder?perfino la compagine Monti con la sua maggioranza ha fatto ben poca cosa e meno male, visto che ha fatto per lo piu danni soprattutto con la riforma fornero(che dliettante!!!).stiamo scivolando inesorabilmente verso la poverta piu profonda con milioni di incapaci e parassiti della politica da mantenere.il mio non è populismo.ora piu che mai bisogna abbandonare la carta straccia per qualche bene reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi