Pil Americano: corsa al rialzo

.

Il primo paese ad aver avvertito in maniera drammatica la crisi è stata proprio l’America, una crisi partita più che altro da una gestione troppo allegra dei prestiti concessi, un segnale che forse in quel momento la speculazione in generale in America era tale che non si teneva conto dell’economia reale.

Il Pil americano aveva una certa velocità e allo stesso tempo la fiducia dei consumatori era molto alta, nella cultura americana esiste un naturale approccio all’ottimismo che si traduce in una costante e continua corsa all’acquisto, se dovessimo monitorare la fiducia del consumatore medio americano, dovremmo dire che è un fattore costante.

L’America sembra aver definitivamente archiviato in maniera positiva il periodo della crisi che l’ha investita, infatti le stime per quanto riguarda la crescita del Pil americano sono tutte decisamente in rialzo, segno di una nuova e accresciuta fiducia del consumatore medio americano nel futuro.

Prima di altri il mondo economico degli Stati Uniti ha pagato sulla propria pelle lo scotto di una crisi che come tale ha dato una decisa sferzata alle speranze dei consumatori americani, ricordiamo che molto prima di altri il sistema americano è andato in crisi, con fallimenti di banche.

Nello stesso tempo in quel periodo molti americani si sono trovati senza lavoro e con una situazione economica di grande disagio, questo si è tradotto in un deciso e netto crollo della fiducia del consumatore medio, i riflessi nella economia reale si sono fatti subito sentire.

Un prodotto interno lordo che è influenzato in maniera sostanziale per un buon due terzi dalla fiducia dei consumatore medio che si traduce ovviamente nella sua capacità di spesa, le previsioni per il futuro sono buone e forse per la prima volta da molto tempo si può guardare al futuro con un moderato ottimismo.

L’economia americana accelera in termini di crescita sfiorando un deciso 4.1%, un segnale netto di ripresa e di fiducia nel futuro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi