Resistenza o supporto

.

Cari amici lettori,
penso che siamo oramai nelle giornate di contrattazione cruciali per sapere il destino di breve e medio periodo almeno per la Borsa italiana. Siamo arrivati alla resistenza importante di 17.000 punti ed attualmente il nostro listino non ha la forza necessario per infrangerla. Vedremo se nel pomeriggio o nelle sedute della prossima settimana vi saranno delle novità sulla direzione dei mercati finanziari.

Come ho detto molto volto ho il vizio di verificare quanto scrivo: fare delle analisi (non previsioni) senza verificare la successiva realizzazione o meno non ha proprio senso. La successiva verifica ci permette di imparare molto dai nostri errori ed approfondire invece le analisi azzeccate.

Qualche mese fa avevo verificato che alcune persone che ricoprono ruoli di particolare rilevanza all’interno del Credito Valtellinese avevano comprato verso la fine del mese di novembre dello scorso anno a man bassa le azioni dello stesso istituto di credito. E come giusto che sia, è stata fatta la comunicazione alla Consob (l’organo di vigilanza delle Società e della Borsa).
Vediamo il grafico aggiornato.

In particolare le azioni sono state comprate a circa 1,650 Euro. Guarda caso proprio ai minimi di sempre. A che quotazione stanno ora le azioni del Credito Valtellinese dopo quattro mesi? a 2,370 Euro. Una performance del 43 %. Non male per un titolo che è al ribasso da molti anni e sul quale molti piccoli investitori hanno puntato i loro guadagni del sudato lavoro. Non male per una dirigenza che oltre a non aver saputo dare utili e far apprezzare il titolo!
Secondo voi si tratta di coincidenza? Oppure i dirigenti avranno avuto informazioni di prima mano? Ecco perchè tendo a sottovalutare l’analisi fondamentale ed a prediligere quella tecnica: le notizie che giungono a noi non sono di primaria importanza, sono manipolate e non sono di prima mano. Chi ha la possibilità di avere notizie utili le sfrutta immediatamente…

Un pensiero su “Resistenza o supporto

  1. Credo anche io che l’analisi tecnica sia piu importante (ma credo che la pensino cosi la maggior parte dei trader) però penso sia importante una congiunzione tra analisi tecnica e fondamentale, saper leggere le notizie è anche importante per prevedere volatilità o un cambio repentino di prezzi data una particolare notizia o l’attesa di una notizia. Insomma per un’analisi a lungo periodo meglio l’analisi tecnica , molto breve periodo analisi fondamentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi