Titoli azionari o titoli di stato?

.

Molti si chiedono come investire in borsa per ottenere dei buoni rendimenti o rendimenti superiori a quelli delle obbligazioni. Non è facile rispondere a tale domanda soprattutto in tale contesto economico – finanziario ove si rincorrono news e rumors su continui downgrade di debito pubblico di paesi europei (pensate addirittura che è circolata anche la notizia del downgrade da parte di un’agenzia di rating del debito pubblico della Germania!), di abbassamento di rating di singoli settori della finanza (banche, assicurazioni, ecc.) e su singole azioni.
La spaccatura che si è creata all’interno dell’Europa sicuramente non aiuta: da una parte i paesi virtuosi capitanati dalla Germania e dall’altra i cosidetti Piigs (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna). Quest’ultimi attendono con ansia l’emissioni di Eurobond nonostante il veto tedesco. La Germania non vuole accollarsi ulteriori debiti.
Un’ulteriore proposta è stata avanzata da alcuni governi di paesi europei consistente nella divisione tra paesi con euro forte e paesi con euro deole. Nei primi sarebbero annoverati i paesi virtuosi mentre nei secondi i paesi Piigs sopra citati. Ma anche questa soluzione non aggrada la Germania che sarebbe costretta a fare i conti con una minor esportazione ed a lottare, sempre per primeggiare, contro gli stessi paesi dell’Eurozona con euro debole.
Quindi come abbiamo visto sono molte ancora le incertezze che gravano sui mercati azionari.
Direi invece che sarebbe opportuno tener d’occhio i rendimenti dei Bot che continuano a salire nonostante la domanda sia superiore all’offerta ed al fatto che (sembra) i cinesi siano molto interessati ad acquistare debito pubblico italiano come stanno peraltro già facendo con quello americano, greco, spagno ed irlandese. Uno dei pericoli per l’investimento in Bot? Il default dello Stato emittente che si pone a garanzia. Impossibile direte! Con l’attuale situazione attualmente non darei nulla per scontato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi