Titoli di Stato 2014: linee guida

.

Molti si chiedono come andranno i titoli di Stato nel 2014, da questo punto di vista la prima cosa che bisogna capire è cosa effettivamente si voglia fare in questo senso, sono previste le solite emissioni di titoli con breve e lunga scadenza o di dobbiamo aspettare un prodotto nuovo che vada incontro ai risparmiatori?

Sicuramente nelle intenzioni dello stato italiano la priorità è sempre quella di poter finanziare il debito su un periodo medio lungo, in modo da incrementarne la vita, proprio per questo motivo è prevista l’emissione di un titolo di stato che dovrebbe avere una durata pari a 7 anni, un prodotto relativamente nuovo.

Un modo per creare un prodotto ad hoc che venga incontro alle esigenze medie del piccolo risparmiatore italiano, almeno questo attualmente sta emergendo come linee guida per quello che sarà il 2014, come sempre l’emissione di questi titoli è strettamente correlata a  quella che sarà la gestione del debito pubblico.

Le emissioni previste per il 2014 in termini di titoli di stato seguiranno strettamente la logica di incrementare la vita media del debito pubblico italiano ed è anche loglio che sia così, poter finanziare il debito pubblico riuscendo a spalmarlo nel tempo vuol dire poter disporre di maggiore liquidità nell’immediato.

Ogni risparmiatore italiano che valuta e decide di intraprendere un percorso sui titoli di stato, oltre all’investimento iniziale si aspetta di percepire un tasso di interesse che è di solito proporzionato alla scadenza temporale del titolo stesso, poter emettere un prodotto di durata più lunga che incontri il favore del piccolo risparmiatore vuol dire poter disporre di liquidità immediata.

Gli interessi saranno poi maturati nel corso del tempo a seconda di quello che è il prodotto piazzato sul mercato, per il 2014 il trand è già deciso, parliamo dell’emissione di un nuovo titolo che dovrebbe avere appunto una scadenza temporale di 7 anni, questo ovviamente richiederà di calibrare anche tutti gli altri titoli attualmente presenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi