Trading come malattia

.

Cari amici lettori,
in questo post vorrei affrontare il tema del trading inteso come malattia!

Come tutte le attività, anche il trading può divenire malattia se vi è perdita di controllo. Non è facile stabilire quando il trading si trasforma in malattia perchè socialmente è un’attività accettata socialmente.

Vi propongo un semplice test per verificare se siete a rischio. Vi basta solamente rispondere alle seguenti domande:

  • Fai trading on line incrementando somme di danaro per ottenere un livello di eccitazione sempre più alto?;
  • Il trading on line ti crea angoscia e buona parte della giornata, se fai un altro lavoro, è occupata da tale pensiero?;
  • Non sempre dici la verità ai familiari in merito alle somme di danaro investite nel trading on line?;
  • Senti la necessità di investire ogni giorno qualcosa o che i parte dei tuoi soldi siano sempre investiti in Borsa?;
  • Hai provato a smettere di fare trading on line ma senti subito il desiderio di iniziare?;
  • Il tuo modo di fare trading non è incentrato sul guadagno ma sulla possibilità di fuggire ai problemi di tutti i giorni?;
  • Il trading on line ti ha fatto perdere parte delle tue relazioni sociali, lavoro o affetti familiari?;
  • Per investire nel trading on line hai commesso furti o attività illecite?

Allora, se hai risposto almeno ad una domanda in maniera positiva potresti avere (ripeto potresti, non hai!) dei problemi di dipendenza dal trading on line che, come tutti i problemi di dipendenza (slot machine, gioco d’azzardo, ecc.) vanno curati. Con questo post non volevo mettervi ansia ma solamente mettervi in guardia su un tema che pochi traders affrontano. Sono assolutamente graditi commenti e testimonianza in relazione a questo argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi