Tredicesima: come evitare le insidie

.

A fine anno,  ogni lavoratore dipendentedovrebbe ricevere la tredicesima, comprese le ore di lavoro straordinario e altre aggiuntive.

E ‘in questo periodo dell’anno che aumenta l’incidenza degli acquisti di impulso e il debito fuori controllo. E’ un problema che si ripropone ogni anno. La maggior parte delle persone ha in programma di fare qualcosa con la tredicesima anziché destinarla per altre cose. La mancanza di pianificazione è ciò che conduce al cattivo uso del denaro e poi rimpianto. I festeggiamenti di fine anno e i saldi di gennaio inducono i consumatori a spendere più di quanto si dovrebbe, dimenticando gli obblighi finanziari.

Per sfruttare al meglio questo salario aggiuntivo – senza vederlo scivolare dalle mani – la raccomandazione è quella di stabilire le priorità. L’ordine è sempre lo stesso: pagare i debiti, pianificare il pagamento delle bollette, consumare il necessario  (possibilmente) e infine investire.

Rinegoziare debiti

Questo è il primo passo per coloro che hanno i conti in rosso, soprattutto il consumatore che in scoperto di credito con le carte revolving, che di solito applica i tassi più alti del mercato. Secondo i dati della Banca Centrale, le inadempienze sui prestiti hanno raggiunto percentuali davvero alte. Sbarazzarsi di alti tassi di interesse e chiudere il debito dovrebbe essere la priorità quando si percepisce la tredicesima. Una buona soluzione è quella di rinegoziare il debito in essere con la società creditrice, direttamente o tramite intermediari, come i siti che promuovono il dialogo tra le parti. Se il pagamento è in contanti, le possibilità di avere uno sconto sono notevolmente maggiori.

Consumare con ponderazione

La principale causa del debito alla fine dell’anno sono gli acquisti d’impulso stimolati dall’aumento del conto bancario. Ciò avviene a causa della “contabilità mentale”, quando la retribuzione è favorita dalla sensazione di possedere le caratteristiche di cui sopra disponibili senza un’analisi più obiettiva. E’ comune acquistare beni più costosi, comprare i regali o optare per un viaggio più lussuoso senza fare i calcoli corretti. Le scelte sono spesso fatte d’impulso, sulla base dell’immediatezza. Per evitare il problema, si consiglia acquisti di pianificazione di anticipo come la spesa per la cena di Natale, Capodanno e doni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi