Troppa fiducia nelle vostre risorse di investitori?

.

Cari amici lettori,
il male peggiore che può colpire l’investitore privato è senza dubbio l’eccessiva fiducia nelle proprie capacità di selezionare delle “buone azioni”. Con sovrano disprezzo per l’umiltà, che è invece necessaria in questo ambito, e pur sapendo che le sue conoscenze di finanza sono soltanto frammentarie, l’investitore “troppo entusiasta” finirà per convincersi prima o poi di essere in grado, grazie al potere magico di un’intuizione superiore, di fare sistematicamente investimenti migliori di quelli degli altri.

Dopo uno o due colpi buoni in Borsa, forse si convincerà perfino di essere in grado di prevedere l’evoluzione della Borsa nell’arco di alcune settimane e finirà con lo sviluppare strategie di investimento a brevissimo termine, passando ordini di compravendita molto ravvicinati. Inoltre, l’eccesso di informazioni presente sui siti finanziari gli darà l’illusione di conoscere la materia come un professionista. In questo modo, invece, non solo non si migliora la redditività dei propri investimenti, ma solitamente la si peggiora a causa delle spese per le frequenti transazioni e per la nuova Tobin Tax.

Tutti conosciamo delle persone che si sono rovinate in Borsa oppure hanno perso parte del capitale accumulato in anni ed anni di lavoro. Queste persone, solitamente, all’inizio hanno guadagnato qualcosa e poi, man mano, mettendo sempre più denaro, hanno accumulato delle perdite importanti. Queste perdite hanno causato loro stress, problemi famigliari ed economici. La Borsa vuole umiltà ed umile deve essere colui che investe in Borsa.

In alto vi posto il grafico di un’azione tra le più conosciute tra gli investitori anche occasionali. Il grafico aggiornato delle azioni Unicredit di medio – lungo periodo con orizzonte temporale a 3 anni. A gennaio 2010 il titolo Unicredit quotava 15 euro mentre ora vale circa 3 euro. In parole povere chi ha investito nelle azioni Unicredit 15.000 euro ora se ne ritrova in portafoglio 3.000. Non pensate che questi siano casi limite! Sicuramente tra i nostri lettori, tra i parenti o gli amici dei nostri lettori, ci sono persone che hanno perso un sacco di soldi in Borsa convinti, anche, da promotori finanziari o impiegati di Banca altamente inqualificati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi