Un altro venerdì nero a Milano

.

Cari amici lettori,

come avevo ben indicato nei precedenti post c’era ancora spazio per ulteriori discese. E così si è verificato. Non perchè sono un mago ma perchè ho applicato del metodo alla lettura dei grafici. La Borsa italiana ha chiuso con una performance negativa di oltre 1,80 % arrivando alla soglia dei 15.250 punti. I volumi trattati durante le ultime sedute di contrattazione sono in particolare aumento e quindi questo denota la forza della discesa.

A mio parere le discese non sono ancora finite (vista la pesante black candle di venerdì in chiusura) e la naturale destinazione delle prossime giornate è il supporto situato a 15.000 punti. Sotto questa soglia si metterà molto male per la nostra Borsa.

Questo venerdì è stato particolamente negativo perchè le Borse sono state influenzate in male dalla Borsa greca che ha chiuso con una performance negativa di circa il 6 % a seguito del mancato accordo sulla fine delle trasmissioni della Tv pubblica. Ci sono comunque delle indiscrezioni secondo le quali il FMI è intenzionato a chiedere ulteriori soldi alle nazioni che ne fanno parte per sostenere degli altri buchi di bilancio.

L’unico listino in rialzo è stato quello americano che ha tentato un leggero rimbalzo dopo la chiusura pesantemente negativa di giovedì scorso. La borsa americana ha preso comunque bene il fatto che lo stimolo monetario sta per concludersi e che le azioni non avranno più carburante artificiale per muoversi.

Operatività per la prossima settimana: noi possediamo ancora un titolo a media capitalizzazione in portafoglio e siamo ancora in discreto guadagno. Per le prossime giornate è opportuna la massima prudenza ed evitare l’operatività se non si è sicuri di quello che si andrà a fare. Vi sono comunque delle buone opportunità che comunque noi (ed i nostri lettori) andremo a cogliere se si verificheranno determinate condizioni.

 

 

3 pensieri su “Un altro venerdì nero a Milano

  1. Ciao Emanuele,
    articolo molto molto interessante, grazie!
    Che ne pensi della situazione di Tit? come la vedi nel breve-medio? Certamente molto dipenderà da cosa uscirà fuori il 4 luglio.

    grazie e complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi